Archivio S.A.C.S.

Lo Sportello per l’Arte Contemporanea della Sicilia, S.A.C.S., censisce e promuove artisti siciliani. Il S.A.C.S. viene istituito nel 2008, subito dopo la nascita del Museo avvenuta nel 2005. L’obiettivo è stato quello di creare uno strumento agile in relazione alla dinamicità della scena contemporanea. La ricognizione e il monitoraggio del panorama artistico dell’isola ha portato, negli anni, alla creazione di un archivio che attualmente conta la presenza di 133 artisti.
I primi 70 artisti sono stati nominati, su chiamata, da curatori incaricati dal Museo, Cristina Perrella (2008), Helga Marsala (2009-2010) e Giovanni Iovane (2010-2011). Gli artisti censiti sono stati coinvolti in un programma di appuntamenti con curatori internazionali e di mostre e residenze. Nel 2013, il Comitato scientifico, composto da Laura Barreca, Daniela Bigi, Lorenzo Bruni, Valentina Bruschi, Giovanni Iovane, Helga Marsala e Cristiana Perrella, censisce altri 30 artisti, molti dei quali prendono parte a un programma di mostre e residenze specificatamente studiato.

La modalità d’ingresso all’archivio cambia nel 2015. Gli artisti possono direttamente autocandidarsi allo Sportello, con un’istanza di inserimento corredata dal portfolio artistico. Le istanze sono valutate da un Comitato Tecnico Scientifico composto da rappresentati del mondo delle arti visive, tra cui i Direttori delle due Accademie di Catania e Palermo, i rappresentanti della fondazioni di arte contemporanea siciliane, tra cui la Fondazione Orestiadi di Gibellina e l’Atelier sul Mare di Castel di Tusa, e un curatore esterno, di volta in volta, invitato dal Museo. Il Comitato si riunisce nel 2015, nel 2017 e nel 2018 (curatori, in ordine di anno, Bruno Corà, Angela Vettese e Chiara Donà delle Rose) selezionando una trentina di nomi. Continua l’azione di promozione degli artisti con iniziative appositamente organizzate di residenze e mostre. Tra quelle più significative, ricordiamo i progetti di residenze e scambi con istituzioni internazionali, la Fondazione Boghossian di Brussels e il Mana Contemporary di New Jersey, quest’ultimo con due edizioni realizzate in collaborazione con il Parco Archeologico di Selinunte. Gli artisti selezionati nel 2017 e nel 2018 partecipano alle residenze di Ustica nell’ambito del progetto Arcipelago siciliano, volto a recuperare il genius loci della Sicilia come motivo ispiratore della produzione artistica (le due residenze danno luogo rispettivamente a due mostre al Museo e alla pubblicazione di un catalogo).

L’archivio è in corso di aggiornamento e sarà consultabile on-line. La sua pubblicazione mira a offrire uno strumento di promozione degli artisti costituendo uno strumento agile di consultazione per addetti ai lavori (critici, curatori, galleristi e collezionisti). Per ogni artista è stata realizzata una scheda profilo, che riporta il testo critico del curatore che ha nominato l’artista, con le sue info generali. Le schede degli artisti che sono stati nominati su candidatura, dopo il 2015, sono state redatte invece dalla dott.ssa Fabiola Di Maggio, nell’ambito del dottorato di ricerca di Scienze del Patrimonio Culturale, svolto al Museo in team con il personale del Museo, finalizzato alla revisione dell’Archivio. Attualmente le selezioni sono state sospese essendo in corso una ricognizione di tutti gli artisti presenti nel S.A.C.S. con la finalità di progettare nuove modalità di promozione.